DATE E ORARI EDIZIONE 2017

Giovedì 19 ottobre: dalle ore 9.00 alle ore 19.00
Venerdì 20 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 18.30


INGRESSO

Aldo Moro

CONTATTI

DIGITAL&BIM Italia
Piazza Costituzione 6
40128 Bologna
info@digitalbimitalia.it

SHOW OFFICE

Luisa Bersanetti
Tel. +39 051 282218
Fax +39 051 6374013
luisa.bersanetti@bolognafiere.it

Claudia Bernardi
Tel. +39 051 282865
claudia.bernardi@bolognafiere.it

Digitalizzazione in costruzione

Politiche per la modellazione informativa

La transizione digitale nel settore delle costruzioni è terribilmente in ritardo rispetto agli altri settori manifatturieri e a questa situazione hanno concorso e concorrono moltissimi fattori che una lettura disattenta del settore non riesce a cogliere, perché più interessata a confermare l’ineluttabilità di tale situazione che a fare una seria analisi critica dei fattori che l’hanno generata.

Lo spostamento progressivo del core business delle imprese, da imprese di costruzione a costruttore/promotore immobiliare ha di fatto, grazie al differenziale tra valore immobiliare e costo di costruzione nascosto le inefficienze di sistema dovute ad esempio alla scarsa applicazione di metodi di gestione e controllo come le metodologie di Project e Construction Management.

Oltre a questi elementi di contesto altri fattori tipici del settore, come la piccola dimensione delle imprese la scarsa capitalizzazione, il sempre maggior ricorso a lavoratori immigrati, la prevalenza dei lavori sul costruito in luogo della nuova edificazione e la scarsa propensione a creare filiere di fornitura sul modello industriale sono tipiche del nostro mercato interno, di quello europeo continentale, ma anche di quello statunitense.

È in questo contesto, infatti, che si inserisce l’attuale dibattito sull’uso dei metodi e strumenti elettronici per la modellazione informativa (BIM). Dibattito che in Europa si è affacciato prepotentemente dal 2011 con il documento del Governo Britannico “Government Construction Strategy”, in cui vengono analizzate: la pesante situazione del settore delle costruzioni dopo la crisi del 2008, le inefficienze del sistema e le strategie da mettere in atto perché il comparto affronti la sfida della Transizione Digitale a breve, medio e lungo periodo fissando degli obiettivi di riduzione dei fattori negativi, e affidando alla Transizione Digitale l’onere di accompagnare il settore verso logiche di tipo industriale dando sostanza al proverbio Never Waste a Crisis.
La conseguenza di questo documento si traduce nella emanazione di una serie di pre-norme (PAS 1192) in cui si ridisegnano le relazioni tra i diversi soggetti del comparto delle costruzioni spostando le forme contrattuali tradizionali verso forme contrattuali ibride tra transazionale e relazionale.

Nel 2014 l’emanazione della Direttiva Comunitaria 24/2014/EU, che con la 23 e la 25, cambierà di fatto la fisionomia dei contratti pubblici nella UE vedendo impegnati i parlamenti nazionali nel recepimento e riordino delle normative nazionali.

Ancorché passati colpevolmente in sordina nell’ultimo mese ci sono stati due episodi assai significativi:
il primo riguarda il Parlamento italiano e l’impegno dell’On.le Raffaella Mariani e del Sen. Stefano Esposito relatori del D.Lgs. 50 che nel parere al c.d. Correttivo rilevano che:

“appare opportuno che il Governo definisca una strategia nazionale per la digitalizzazione nel settore delle costruzioni e delle opere pubbliche, che contenga misure e metodi per garantire la graduale conversione dei predetti settori da modelli tradizionali a modelli più innovativi, a partire dal decreto ministeriale di cui all’articolo 23, comma 13, del codice, volto tra l’altro all’introduzione di metodi e strumenti elettronici specifici quali quelli di modellazione per l’edilizia e le infrastrutture (Building Information Modeling o BIM);”

Il secondo ancora più dirompente riguarda il discorso di ringraziamento, per la sua elezione con cui il neo Presidente della Repubblica Francese, Manuel Macron la sera dello scorso sette maggio, definisce la Transizione Digitale e quella Energetica come una gigantesca sfida, ma che queste sono una opportunità.

“... Ma responsabilité sera de rassembler toutes les femmes et tous les hommes prêts à affronter les défis gigantesques qui nous attendent et à agir. Certains de ces défis sont des chances, comme la révolution numérique, la transition énergétique,…”.

Prese di posizione come questa e come quella britannica del 2011, sono una speranza perché si passi ad una Politica della Transizione Digitale.

Lascia un commento al post

nella pubblicazione del commento, la tua mail non sarà visualizzata


Informativa privacy

Informativa privacy
Il trattamento dei Suoi dati sarà effettuato mediante idonei strumenti cartacei, elettronici e/o telematici, in modo tale da garantirne la sicurezza e riservatezza e comunque in conformità al D.Lgs. del 30 giugno 2003 n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali) e successive modifiche.


* campi obbligatori

Coordinamento Editoriale

PPAN srl

comunicazione e networking per il costruito

Gli Autori del blog

Fulvio Re Cecconi

Professore presso Dipartimento di Architettura, Ingegneria delle Costruzioni e Ambiente Costruito

STR TeamSystem

Software gestionali/ERP e servizi di formazione

Marco Trani

Professore di Produzione Edilizia, Laboratorio Cantieri Edili e Civili, DABC, Politecnico di Milano

Francesco Ruperto

Architetto, esperto di BIM

Sebastiano Maltese

Ingegnere, PhD, professore a contratto al Politecnico di Milano

NavVis

Software e hardware per il rilievo 3d

Gexcel Geomatic & Excellence

Realizza software, hardware, consulenza e formazione per il settore della geomatica

Luigi Dattilo

Bim Coordinator e BIM Specialist per GPA Ingegneria

DATE E ORARI EDIZIONE 2017

Giovedì 19 ottobre: dalle ore 9.00 alle ore 19.00
Venerdì 20 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 18.30


INGRESSO

Aldo Moro

CONTATTI

DIGITAL&BIM Italia
Piazza Costituzione 6
40128 Bologna
info@digitalbimitalia.it

SHOW OFFICE

Luisa Bersanetti
Tel. +39 051 282218
Fax +39 051 6374013
luisa.bersanetti@bolognafiere.it

Claudia Bernardi
Tel. +39 051 282865
claudia.bernardi@bolognafiere.it