DATE E ORARI EDIZIONE 2017

Giovedì 19 ottobre: dalle ore 9.00 alle ore 19.00
Venerdì 20 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 18.30


INGRESSO

Aldo Moro

CONTATTI

DIGITAL&BIM Italia
Piazza Costituzione 6
40128 Bologna
info@digitalbimitalia.it

SHOW OFFICE

Luisa Bersanetti
Tel. +39 051 282218
Fax +39 051 6374013
luisa.bersanetti@bolognafiere.it

Claudia Bernardi
Tel. +39 051 282865
claudia.bernardi@bolognafiere.it

Digitalizzazione in costruzione

BIM e Industria 4.0, cosa imparare o meno da Usa, Francia e Germania

Il 19 settembre scorso, a Montecitorio, sono stati presentati i risultati del 2017 e le linee guida per il 2018 del Piano Nazionale Impresa 4.0. Connessione tra sistemi fisici e digitali, analisi complesse attraverso Big Data e adattamenti real time sono i paradigmi di questa nuova fase industriale. Il BIM, inteso come modalità di gestione della commessa, rientra a pieno titolo tra le innovazioni del mercato.

Ma cosa si intende con “Industria 4.0”? In questa quarta Rivoluzione industriale la connessione ad internet, così come l’utilizzo di strumenti avanzati di lavoro e produzione, risultano di importanza strutturale. La progettazione BIM oriented punta proprio ad una condivisione di alto livello e il progetto “industria 4.0” si inserisce in un contesto già attivo a livello mondiale in realtà come USA, Francia e Germania. Più precisamente:

USA (Manifacturing USA)
- Network di istituti e di lab di eccellenza per la diffusione tecnologica e delle competenze, costituiti da grandi gruppi privati ICT e università, promosso dal Governo e finanziato tramite partnership pubblico-private.
- Impegno pubblico ~ 0,5 $ Mld

Francia (Industrie du Futur)
- Piano di reindustrializzazione e di investimento in tecnologie 4.0 guidato dal Governo.
- Impegno pubblico > 10 € Mld

Germania (Industrie 4.0)
- Piano d’azione sponsorizzato a livello federale con il coinvolgimento di grandi player industriali e tecnologici.
- Impegno pubblico ~ 1 € Mld 

Unito a quanto evidenziato dal CRESME, ovvero una “omogenea Ripresa” del Comparto, si comprende ancora di più la ragione per cui la Federazione dell’Industria Europea delle Costruzioni (FIEC che comprende l’italiana ANCE) chieda ora più che mai di “riconoscere al settore delle costruzioni un ruolo importante nella strategia ‘Industria 4.0’ e di considerare il BIM un elemento centrale di questa strategia nella sua applicazione al settore”.

Making BIM a global success (elaborato da FIEC) viene a configurarsi come un vero manifesto programmatico verso Industria 4.0. Nel decalogo possiamo trovare affermazioni quali:
- il BIM è un processo di gestione basato sulla collaborazione e condivisione dei dati in tutta la catena del valore della costruzione, compresi i clienti e gli utenti finali
- il BIM non è una rivoluzione, ma un’evoluzione.
- il BIM consente una migliore qualità, una riduzione di errori, controversie, rischi, costi e tempi per la maggior parte dei progetti di costruzione, sia civili che infrastrutturali, di nuova costruzione o ristrutturazione, e consente che i contratti stipulati non vengano sistematicamente assegnati con l’offerta più bassa.
- il BIM diventerà un requisito standard, almeno per i grandi progetti di appalti pubblici disciplinati dalle Direttive UE sugli appalti.

Per non indulgere in un ottimismo senza limiti, abbiamo già visto in passato come i mutamenti in peggio siano possibili in breve tempo, perciò riteniamo fondamentale che si instauri una sinergia tra l’approccio top-down facilitato da UE e Governi nazionali e quello essenzialmente bottom-up alla cui guida si candida l’industria delle costruzioni.

Per approfondimenti sul 'Piano nazionale industria 4.0', clicca qui

Lascia un commento al post

nella pubblicazione del commento, la tua mail non sarà visualizzata


Informativa privacy

Informativa privacy
Il trattamento dei Suoi dati sarà effettuato mediante idonei strumenti cartacei, elettronici e/o telematici, in modo tale da garantirne la sicurezza e riservatezza e comunque in conformità al D.Lgs. del 30 giugno 2003 n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali) e successive modifiche.


* campi obbligatori

Coordinamento Editoriale

PPAN srl

comunicazione e networking per il costruito

Gli Autori del blog

Edoardo Accettulli

Cofondatore di Anafyo, responsabile tecnico per l'implementazione della tecnologia BIM

NavVis

Software e hardware per il rilievo 3d

Giovanni Caratozzolo

Ingegnere docente presso l'Università degli Studi di Brescia

Massimiliano Manfren

Lecturer, Southampton University (UK)

Giovanni Perego

Esperto di GIS e BIM

Angelo Luigi Camillo Ciribini

DICATAM, Università degli Studi di Brescia

Silvia Mastrolembo

Ingegnere edile, dottoranda presso il Politecnico di Milano, Dipartimento di Architettura, Ingegneria delle Costruzioni e Ambiente Costruito

Giuseppe Latour

Il Sole 24 Ore

Michele Carradori

Ricercatore presso BIS-lab®, Building Innovation and Skills-Lab, laboratorio di ricerca del Gruppo Contec

DATE E ORARI EDIZIONE 2017

Giovedì 19 ottobre: dalle ore 9.00 alle ore 19.00
Venerdì 20 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 18.30


INGRESSO

Aldo Moro

CONTATTI

DIGITAL&BIM Italia
Piazza Costituzione 6
40128 Bologna
info@digitalbimitalia.it

SHOW OFFICE

Luisa Bersanetti
Tel. +39 051 282218
Fax +39 051 6374013
luisa.bersanetti@bolognafiere.it

Claudia Bernardi
Tel. +39 051 282865
claudia.bernardi@bolognafiere.it