DATE E ORARI EDIZIONE 2017

Giovedì 19 ottobre: dalle ore 9.00 alle ore 19.00
Venerdì 20 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 18.30


INGRESSO

Aldo Moro

CONTATTI

DIGITAL&BIM Italia
Piazza Costituzione 6
40128 Bologna
info@digitalbimitalia.it

SHOW OFFICE

Luisa Bersanetti
Tel. +39 051 282218
Fax +39 051 6374013
luisa.bersanetti@bolognafiere.it

Claudia Bernardi
Tel. +39 051 282865
claudia.bernardi@bolognafiere.it

Digitalizzazione in costruzione

Dall’informazione alla conoscenza, con il BIM il focus è sul sistema costruito

Guardando al mondo dell’informatica e del digitale applicato al progetto, sia esso di natura industriale o legato al mondo dell’edilizia e delle infrastrutture, si nota come l’esplosione del BIM è arrivata nel momento del sorpasso evolutivo del software sull’hardware. Se da un lato, infatti, la legge di Moore è entrata in crisi, dall’altro il mondo del software ha capitalizzato al massimo sia la nascita di nuovi paradigmi nell’Information Technology sia la “democratizzazione” del coding, ovvero la possibilità offerta a tutti di sviluppare facilmente algoritmi, anche nel mondo della progettazione edilizia.

Ciò ha segnato non solo il passaggio dall’automazione brutale del CAAD alla prototipazione virtuale del BIM, ma anche il processo evolutivo del BIM stesso. Se in prima istanza il BIM ha avuto successo per la capacità di integrare modellazione tridimensionale per componenti con database informativi potenzialmente estendibili ad libitum – e, appunto, gestibili mediante una notevole potenza di calcolo –, oggi il focus si è spostato sulla qualità dell’informazione, nonché sul suo efficace scambio tra i vari attori del processo edilizio.

In questo contesto, la knowledge engineering sta trasformando le modalità con cui informazioni e semantica sono scambiate tra vari specialisti del progetto, segnando così il passaggio dall’informazione alla conoscenza, ovvero alla condivisione non solo delle informazioni ma anche del loro corredo interpretativo, atto a favorire la comprensione del dato e delle logiche alla base della sua generazione. Il Web Semantico, le reti neurali, il machine learning, e il Big Data management sono solo alcuni dei paradigmi digitali che stravolgeranno il BIM come lo conosciamo oggi.

Ma non solo la “I” dell’acronimo BIM sta rapidamente evolvendo in qualcosa di diverso. Lo sviluppo di algoritmi sempre più efficaci, potenti e complessi ha reso possibile l’estensione dell’originale dominio di rappresentazione del BIM, ovvero l’edificio e la sua articolazione tecnologica, andando ad includere i vari aspetti concorrenti al processo di definizione di un organismo edilizio.
Analisi, sintesi e valutazione del progetto, una volta concepite come attività distinte di un ciclo continuo, si fondono grazie a nuovi paradigmi digitali quali il parametric e il performance-based design mentre, in modo analogo, la definizione ai vari LOD dell’organismo edilizio e la previsione mediante strumenti simulativi delle sue performance (ad esempio il comportamento strutturale o quello energetico) dialogano ormai in real-time attraverso scambi continui di dati e relazioni.

L’organismo edilizio stesso, una volta considerato come il focus del progetto, sta ora lasciando il posto ad un sistema che include l’ambiente costruito, i services, le operations, gli utenti e i loro comportamenti, e tutte quelle componenti contestuali (ambientali, infrastrutturali, sociali, di rete) che concorrono al suo funzionamento durante l’intero ciclo di vita. Quelli che una volta erano input al progetto, diventano ora sostanza controllabile e plasmabile dello stesso, mentre la loro gestione è per la prima volta resa possibile grazie al digital computing.

In prospettiva, quindi, la digitalizzazione emerge quale punto di riferimento in un mondo del progetto sempre più “liquido” in cui variabilità, quantità e complessità delle strutture di informazioni e di conoscenza, nonché dei loro protocolli di processo e di gestione, hanno ormai messo in crisi gli approcci tradizionali e, forse, lo stesso BIM per come lo abbiamo pensato fino ad oggi.

Lascia un commento al post

nella pubblicazione del commento, la tua mail non sarà visualizzata


Informativa privacy

Informativa privacy
Il trattamento dei Suoi dati sarà effettuato mediante idonei strumenti cartacei, elettronici e/o telematici, in modo tale da garantirne la sicurezza e riservatezza e comunque in conformità al D.Lgs. del 30 giugno 2003 n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali) e successive modifiche.


* campi obbligatori

Coordinamento Editoriale

PPAN srl

comunicazione e networking per il costruito

Gli Autori del blog

Claudio Vittori Antisari

BIM Manager Antonio Citterio Patricia Viel

Andrea Costa

ingegnere edile

Luigi Dattilo

Bim Coordinator e BIM Specialist per GPA Ingegneria

Carlo Zanchetta

Docente del corso di Produzione Edilizia presso l'Università degli Studi di Padova

Manuele Cassano

Professore a contratto di Produzione Edilizia, Con.Si.Lab., DABC, Politecnico di Milano

Barbara Angi

Ricercatrice ICAR/14 e Docente presso il Dipartimento DICATAM dell’Università degli Studi di Brescia.

Marco Bisin

Project & BIM Manager presso eFM s.p.a

Adriano Castagnone

Ingegnere civile, Direttore Scientifico S.T.A. DATA

Vincenzo Panasiti

Architetto, Project BIM Coordinator presso Citterio-Viel Partners

DATE E ORARI EDIZIONE 2017

Giovedì 19 ottobre: dalle ore 9.00 alle ore 19.00
Venerdì 20 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 18.30


INGRESSO

Aldo Moro

CONTATTI

DIGITAL&BIM Italia
Piazza Costituzione 6
40128 Bologna
info@digitalbimitalia.it

SHOW OFFICE

Luisa Bersanetti
Tel. +39 051 282218
Fax +39 051 6374013
luisa.bersanetti@bolognafiere.it

Claudia Bernardi
Tel. +39 051 282865
claudia.bernardi@bolognafiere.it