DATE E ORARI EDIZIONE 2017

Giovedì 19 ottobre: dalle ore 9.00 alle ore 19.00
Venerdì 20 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 18.30


INGRESSO

Aldo Moro

CONTATTI

DIGITAL&BIM Italia
Piazza Costituzione 6
40128 Bologna
info@digitalbimitalia.it

SHOW OFFICE

Luisa Bersanetti
Tel. +39 051 282218
Fax +39 051 6374013
luisa.bersanetti@bolognafiere.it

Claudia Bernardi
Tel. +39 051 282865
claudia.bernardi@bolognafiere.it

Digitalizzazione in costruzione

Caos o armonia? L’approccio BIM spiegato con le informazioni frattali

Per qualsiasi tipo di processo è necessaria la disponibilità di informazioni e dati organizzati in modo vario e secondo differenti livelli di approfondimento. Allo stato attuale si sta viaggiando sempre più verso una realtà dove l’ampia disponibilità di dati, se non correttamente raccolti, organizzati e selezionati a seconda delle necessità, può diventare uno svantaggio e non un valore aggiunto, con significativo impegno di risorse, sia economiche che umane, per la loro valutazione e gestione.

Anche nel contesto edilizio, si necessita di informazioni di differente tipo a seconda della fase di processo (progetto; esecuzione; uso e gestione), dell’operatore coinvolto, della destinazione d’uso dell’immobile, della finalità dell’investimento. Parte di queste informazioni sono di carattere “obbligatorio” (per legge oppure per espressa richiesta del cliente), altre è necessario averle a disposizione, a seconda della fase di processo in cui ci si trova ad operare.

Pur nella complessità e variabilità delle informazioni raccolte e delle necessità degli operatori coinvolti, la “struttura” di produzione, raccolta e trasmissione delle informazioni, risulta simile e ripetitiva nei vari momenti di applicazione. Se all’inizio si necessita di informazioni sintetiche e di tipo “generale”, le stesse vengono meglio delineate ed approfondite man mano che si procede nelle fasi di progettazione, fino ad arrivare ad un insieme di informazioni ampiamente strutturate e diversificate al momento della consegna dell’edificio (documentazione as-built).

La fase di uso e gestione dell’immobile comporta un ulteriore processo di selezione e riaggregazione delle informazioni prodotte, in modo da garantirne il corretto funzionamento (mantenimento della sicurezza d’uso, delle prestazioni) oltre che il mantenimento valore nel corso del tempo. 

In definitiva i dati da gestire sono fondamentalmente gli stessi, da organizzare in modo gerarchico, sviluppati, aggiornati e presentati secondo differenti livelli di approfondimento, anche in funzione delle finalità del loro utilizzo, dell’operatore al quale devono essere presentati. Il dato considerato di “sintesi” per un addetto alla manutenzione, può essere valutato fin troppo approfondito per un amministratore di parchi immobiliari, e viceversa. In modo analogo, le informazioni che necessita il gestore e o l’utilizzatore di un edificio, in senso generale, sono troppo particolari nel contesto di una analisi del territorio: a livello di analisi di quartiere necessito della conoscenza dell’edificio in sé ma devo ricevere dati al giusto livello di sintesi per potere avviare in modo opportuno valutazioni di tipo urbanistico.

I tipi di documenti e le “quantità” di informazioni da visualizzare sono differenti, ma il contenitore è “unico”. Una delle possibili visualizzazioni potrebbe essere quella delle matrioske russe, un modello grande all’interno del quale ne viene riprodotto uno più piccolo, con la variazione dei particolari, fino all’elemento più piccolo dopo il quale non si può scoprire più nulla. Come pure si potrebbe fare riferimento alla rappresentazione dei frattali, dove ogni successivo avvicinamento o allontanamento di prospettiva, corrisponde una ripetitività del disegno pur nella variabilità della visione complessiva, ovvero del tipo di informazione che può essere trasmessa.

La struttura di un approccio BIM in edilizia potrebbe essere paragonato allo sviluppo di un algoritmo frattale, dove a poche “funzioni” iniziali, vengono piano piano aggiunti sempre maggiori approfondimenti: il risultato può essere un ammasso caotico di dati, di cui non si riesce a riconoscere una “armonia”, oppure un sistema organizzato di informazioni che risultano di facile comprensione, aggiornamento ed interrogazione.

Lascia un commento al post

nella pubblicazione del commento, la tua mail non sarà visualizzata


Informativa privacy

Informativa privacy
Il trattamento dei Suoi dati sarà effettuato mediante idonei strumenti cartacei, elettronici e/o telematici, in modo tale da garantirne la sicurezza e riservatezza e comunque in conformità al D.Lgs. del 30 giugno 2003 n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali) e successive modifiche.


* campi obbligatori

Coordinamento Editoriale

PPAN srl

comunicazione e networking per il costruito

Gli Autori del blog

Michele Carradori

Ricercatore presso BIS-lab®, Building Innovation and Skills-Lab, laboratorio di ricerca del Gruppo Contec

Stefano Rinaldi

Ingegnere, PhD, Ricercatore presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università degli Studi di Brescia

Andrea Costa

ingegnere edile

Angelo Luigi Camillo Ciribini

DICATAM, Università degli Studi di Brescia

Mario Claudio Dejaco

Politecnico di Milano

Giovanni Perego

Esperto di GIS e BIM

Francesco Ruperto

Architetto, esperto di BIM

Sebastiano Maltese

Ingegnere, PhD, professore a contratto al Politecnico di Milano

Giuseppe Martino Di Giuda

Ricercatore e Docente presso Politecnico di Milano

DATE E ORARI EDIZIONE 2017

Giovedì 19 ottobre: dalle ore 9.00 alle ore 19.00
Venerdì 20 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 18.30


INGRESSO

Aldo Moro

CONTATTI

DIGITAL&BIM Italia
Piazza Costituzione 6
40128 Bologna
info@digitalbimitalia.it

SHOW OFFICE

Luisa Bersanetti
Tel. +39 051 282218
Fax +39 051 6374013
luisa.bersanetti@bolognafiere.it

Claudia Bernardi
Tel. +39 051 282865
claudia.bernardi@bolognafiere.it