DATE E ORARI EDIZIONE 2017

Giovedì 19 ottobre: dalle ore 9.00 alle ore 19.00
Venerdì 20 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 18.30


INGRESSO

Aldo Moro

CONTATTI

DIGITAL&BIM Italia
Piazza Costituzione 6
40128 Bologna
info@digitalbimitalia.it

SHOW OFFICE

Luisa Bersanetti
Tel. +39 051 282218
Fax +39 051 6374013
luisa.bersanetti@bolognafiere.it

Claudia Bernardi
Tel. +39 051 282865
claudia.bernardi@bolognafiere.it

Digitalizzazione in costruzione

Green BIM – l'approccio Lean per la sostenibilità ambientale

Il “green BIM” è l’insieme di quelle attività svolte con l’ausilio della modellazione informativa (BIM) e finalizzate alla progettazione e costruzione sostenibile. L’approccio Lean consiste nella gestione delle informazioni attraverso il protocollo COBie, che permette di archiviare e gestire i dati relativi ai protocolli di certificazione di sostenibilità con un processo BIM, senza la necessità di dover creare (almeno nelle prime fasi) un modello 3D.

Con la locuzione Green BIM si identificano tutte quelle attività svolte con l’ausilio della modellazione informativa (BIM) e finalizzate alla progettazione e costruzione sostenibile. In particolare, quelle attività volte all’analisi, e all’archiviazione, delle caratteristiche dell’edificio relative alla sostenibilità ambientale, alla riduzione/ottimizzazione dei consumi energetici e alla sostenibilità socio-economica, così come definita nella ISO 15392:2008. 

Oggi, in caso di nuova costruzione, sempre più spesso si lavora con un modello informativo (BIM), tuttavia è prassi comune eseguire le analisi di sostenibilità (ad esempio quelle richieste dai protocolli di rating BREEAM, LEED e CESBA) in maniera manuale o comunque con software al di fuori dei “processi BIM” che garantiscono univocità e attendibilità delle informazioni.
Nel caso di un intervento su di un edificio esistente la situazione è ancora peggiore perché frequentemente mancano molte informazioni necessarie a costruire un modello BIM (as-built, relazioni di calcolo, schemi impiantistici, etc.) e quindi le analisi di sostenibilità sono necessariamente fatte senza il modello.

Per questo si rende necessario un metodo standardizzato e compatibile con processi BIM, che permetta di gestire la ragguardevole mole di informazioni in maniera organizzata, senza appesantire la fase di raccolta dati e la condivisione con gli altri stakeholder.

L’approccio Lean - che sta per semplice e semplificato ma anche per controllato e organizzato - al Green BIM in caso di edifici esistenti prevede, sulla falsa riga di quanto fatto dal Ministry of Justice inglese con il livello “BIM bronze” per i propri progetti, la modellazione informativa in assenza di modello 3D. 

La creazione di un modello BIM completo è quasi sempre molto dispendiosa, in termini di tempo e denaro, nel caso di edifici esistenti, ma si può comunque gestire e scambiare le informazioni (semantiche) avvalendosi del protocollo COBie, che altro non è che un modo di visualizzare una serie di dati (già contenuti in IFC) in un foglio di calcolo facilmente leggibile e aggiornabile da un utente senza utilizzare software di BIM authoring.

È dunque possibile archiviare i dati relativi a un edificio e provenienti da più fonti in un unico file COBie, contenente le informazioni relative agli oggetti (strutturali, civili, impiantistici – in base alle esigenze che si hanno) e i relativi attributi informativi standardizzati. Questi ultimi possono essere arricchire il template di COBie, che può funzionare anche come una vera e propria checklist per la raccolta delle informazioni. I dati contenuti nei fogli di calcolo COBie possono essere poi facilmente elaborati per calcolare gli indicatori utili all’ottenimento delle certificazioni di sostenibilità.

In figura è riportata una tabella contenente alcuni criteri di CESBA e gli attributi utili al loro soddisfacimento, suddivisi per categorie di oggetti IFC.

Per approfondimenti sul COBie, clicca qui

Lascia un commento al post

nella pubblicazione del commento, la tua mail non sarà visualizzata


Informativa privacy

Informativa privacy
Il trattamento dei Suoi dati sarà effettuato mediante idonei strumenti cartacei, elettronici e/o telematici, in modo tale da garantirne la sicurezza e riservatezza e comunque in conformità al D.Lgs. del 30 giugno 2003 n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali) e successive modifiche.


* campi obbligatori

Coordinamento Editoriale

PPAN srl

comunicazione e networking per il costruito

Gli Autori del blog

Carlo Zanchetta

Docente del corso di Produzione Edilizia presso l'Università degli Studi di Padova

Giovanni Caratozzolo

Ingegnere docente presso l'Università degli Studi di Brescia

Michele Carradori

Ricercatore presso BIS-lab®, Building Innovation and Skills-Lab, laboratorio di ricerca del Gruppo Contec

Giuseppe Latour

Il Sole 24 Ore

Davide Simeone

DICEA, Sapienza Università di Roma

Giacomo Bergonzoni

Ingegnere e Bim Manager per Open Project, formatore per BIM Foundation

Alice Pasquinelli

Pianificatore Territoriale, Ph.D. candidate al Politecnico di Milano

Marcella Bonanomi

PhD Candidate - Politecnico di Milano

DATE E ORARI EDIZIONE 2017

Giovedì 19 ottobre: dalle ore 9.00 alle ore 19.00
Venerdì 20 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 18.30


INGRESSO

Aldo Moro

CONTATTI

DIGITAL&BIM Italia
Piazza Costituzione 6
40128 Bologna
info@digitalbimitalia.it

SHOW OFFICE

Luisa Bersanetti
Tel. +39 051 282218
Fax +39 051 6374013
luisa.bersanetti@bolognafiere.it

Claudia Bernardi
Tel. +39 051 282865
claudia.bernardi@bolognafiere.it