DATE E ORARI EDIZIONE 2017

Giovedì 19 ottobre: dalle ore 9.00 alle ore 19.00
Venerdì 20 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 18.30


INGRESSO

Aldo Moro

CONTATTI

DIGITAL&BIM Italia
Piazza Costituzione 6
40128 Bologna
info@digitalbimitalia.it

SHOW OFFICE

Luisa Bersanetti
Tel. +39 051 282218
Fax +39 051 6374013
luisa.bersanetti@bolognafiere.it

Claudia Bernardi
Tel. +39 051 282865
claudia.bernardi@bolognafiere.it

Digitalizzazione in costruzione

Con il progetto “Built2Spec” droni e realtà aumentata per intervenire sull’esistente

Built2Spec è un progetto europeo nell’ambito Horizon 2020 che integra soluzioni innovative per il monitoraggio del cantiere in termini di qualità ed efficienza del processo, per ridurre il performance gap, tra prestazioni di progetto e prestazioni reali. Le soluzioni a supporto delle ispezioni sul campo sono integrate con una piattaforma cloud BIM based per la gestione delle informazioni dell’edificio, dal progetto alla costruzione, fino alla consegna e manutenzione dell’immobile, con l’obiettivo di dare accesso in modo customizzato ai diversi attori coinvolti nel processo, inclusi i futuri inquilini.

La ricostruzione 3D dell’edificio è uno strumento efficace sia per valutare la corrispondenza tra progetto e costruito, sia per quantificare l’avanzamento effettivo dei lavori in corso d’opera. A tale scopo Built2Spec ha sviluppato una metodologia avanzata che si basa sulla ricostruzione di una nuvola di punti attraverso l’utilizzo di tecnologie più rapide, facili ed economiche rispetto ai tradizionali 3D scanner e che garantiscono un livello di accuratezza sufficiente per questo tipo di applicazione. Un drone viene utilizzato per eseguire in breve tempo il rilievo esterno dell’edificio, mentre per quanto riguarda il rilievo degli spazi interni vengono utilizzati strumenti quali una camera GoPro, un tablet Google Tango o i più recenti occhiali Microsoft HoloLens per la realtà aumentata.
 
Una volta generate le nuvole di punti, esse possono essere confrontate sia con la nuvola di punti ottenuta a partire dal BIM di progetto (per identificare in modo automatico le difformità tra progetto e costruito) sia con una ricostruita in un tempo precedente (per identificare e quantificare in modo automatico l’avanzamento dei lavori). In maniera analoga questo approccio permette di ricostruire un BIM as-built di un edificio esistente. In un mondo dell’edilizia che sta accelerando sul BIM, e che vede la stragrande maggioranza degli interventi interessare edifici esistenti piuttosto che nuove realizzazioni, questa è una buona notizia perché può aprire il mondo del BIM a tutti agli interventi di riqualificazione evitando rilievi dello stato di fatto onerosi dal punto di vista dei tempi e dei costi.
 
Inoltre le tecnologie che supportano la realtà aumentata come HoloLens e Google Tango risultano molto promettenti in quanto consentono all'utente non solo di raccogliere le informazioni geometriche semplicemente "guardando" gli elementi attraverso delle lenti speciali, ma anche di visualizzare un modello BIM di progetto in scala reale, sovrapporlo con quanto costruito in opera ed evidenziare eventuali discostamenti. Si può interrogare il modello per ricavare informazioni utili per la costruzione o il commissioning ad esempio, osservando con precisione dove passano gli impianti all’interno della parete se già costruita. A questo punto il BIM è pronto per il Facility Management. Il futuro è oggi.
 

Lascia un commento al post

nella pubblicazione del commento, la tua mail non sarà visualizzata


Informativa privacy

Informativa privacy
Il trattamento dei Suoi dati sarà effettuato mediante idonei strumenti cartacei, elettronici e/o telematici, in modo tale da garantirne la sicurezza e riservatezza e comunque in conformità al D.Lgs. del 30 giugno 2003 n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali) e successive modifiche.


* campi obbligatori

Coordinamento Editoriale

PPAN srl

comunicazione e networking per il costruito

Gli Autori del blog

Barbara Angi

Ricercatrice ICAR/14 e Docente presso il Dipartimento DICATAM dell’Università degli Studi di Brescia.

Carlo Zanchetta

Docente del corso di Produzione Edilizia presso l'Università degli Studi di Padova

Edoardo Accettulli

Cofondatore di Anafyo, responsabile tecnico per l'implementazione della tecnologia BIM

Giuseppe Martino Di Giuda

Ricercatore e Docente presso Politecnico di Milano

Lavinia Chiara Tagliabue

PhD, Architetto, Green Associate

Luca Serri

Cofondatore di ATIproject, responsabile tecnico progettazione esecutiva e dell’innovazione tecnologica

Ingrid Paoletti

Professore Associato di Tecnologia dell’Architettura

Marzia Bolpagni

Ingegnere edile, dottoranda presso il Politecnico di Milano e vice editrice del BIM Dictionary

DATE E ORARI EDIZIONE 2017

Giovedì 19 ottobre: dalle ore 9.00 alle ore 19.00
Venerdì 20 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 18.30


INGRESSO

Aldo Moro

CONTATTI

DIGITAL&BIM Italia
Piazza Costituzione 6
40128 Bologna
info@digitalbimitalia.it

SHOW OFFICE

Luisa Bersanetti
Tel. +39 051 282218
Fax +39 051 6374013
luisa.bersanetti@bolognafiere.it

Claudia Bernardi
Tel. +39 051 282865
claudia.bernardi@bolognafiere.it