DATE E ORARI EDIZIONE 2017

Giovedì 19 ottobre: dalle ore 9.00 alle ore 19.00
Venerdì 20 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 18.30


INGRESSO

Aldo Moro

CONTATTI

DIGITAL&BIM Italia
Piazza Costituzione 6
40128 Bologna
info@digitalbimitalia.it

SHOW OFFICE

Luisa Bersanetti
Tel. +39 051 282218
Fax +39 051 6374013
luisa.bersanetti@bolognafiere.it

Claudia Bernardi
Tel. +39 051 282865
claudia.bernardi@bolognafiere.it

Digitalizzazione in costruzione

Data driven analysis per definire strategie di efficientamento energetico delle scuole

Regione Lombardia ha dato avvio al processo di certificazione energetica degli edifici sul proprio territorio a partire dal 2006 (LR n.24 del 11/12/2006 e la DGR VIII/5018), seguendo il protocollo CENED. Gli edifici sono quindi identificati sostanzialmente dai dati energetici che vengono raccolti nel processo di digitalizzazione del catasto energetico. Partendo dai dati presenti nel database CENED, recentemente divenuto di pubblico accesso, è possibile fare delle macro analisi sul comportamento energetico degli edifici scolastici nella Regione.

Quando sono stati scaricati i dati, il database conteneva quasi 3.000 certificazioni energetiche relative a edifici scolastici di ogni ordine e grado. Prima di elaborare i dati e trarre conclusioni sul comportamento energetico degli edifici si è valutata l’affidabilità degli elementi contenuti nelle certificazioni e questa, purtroppo, si è rivelata molto bassa. Dopo il data cleaning, considerando la distribuzione dell’età degli edifici scolastici, si osserva che il 10,7% sono stati costruiti prima del 1930; 6,4% tra il 1931 e il 1945; 10,7% tra il 1946 e il 1960; 26,8% tra il 1961 e il 1976; 23,2% tra il 1977 e il 1992; 8,7% tra il 1993 e il 2006; 13,5% dopo il 2006. 

Si deduce che complessivamente quasi il 55% è stato costruito prima che in Italia si pubblicasse una legge sul contenimento energetico. In generale le scuole hanno un fabbisogno annuo di energia primaria molto alto, la media sull’intero patrimonio è pari a 64,15 kWh/m3. In particolare, come immaginabile, la media più alta, 75,56 kWh/m3 è quella degli edifici costruiti prima del 1930. Anche per gli edifici più nuovi la situazione media non migliora, fino a quando non si prendono in esame gli edifici costruiti dopo il 1993: prima di tale data il fabbisogno annuo medio di energia primaria non scende sotto i 60 kWh/m3. Da questi valori si può dedurre che la maggior parte degli edifici scolastici, pur essendo molto vecchi, non ha mai subito un intervento di riqualificazione energetica. Questa deduzione è avvalorata dai valori medi della trasmittanza dei materiali componenti l’involucro degli edifici.

Può essere utile, per approfondire le analisi, visualizzare graficamente il valore del fabbisogno annuo di energia primaria di ciascuna scuola in funzione della trasmittanza media dei componenti dell’involucro opaco (pareti, coperture e finestre). In figura le scuole che si trovano più vicino all’origine degli assi e hanno il puntino verde chiaro sono quelle con il migliore comportamento energetico, quello con il puntino rosso, generalmente lontane dall’origine, sono quelle con le prestazioni peggiori. A grandi linee si possono identificare tre insiemi di punti: il primo, quello delle scuole verdi vicino all’asse, che non necessitano di interventi di riqualificazione energetica. Il secondo, quello delle scuole rosse nelle zone più periferiche, che hanno prestazioni talmente basse e componenti con trasmittanze così alte, da portare a pensare che siano troppo obsolete per poter essere convenientemente recuperate. Per queste scuole l’opzione migliore sembrerebbe essere quella della demolizione. Infine, l’insieme delle scuole per le quali un intervento di retrofit energetico sembra conveniente è rappresentato da quelle che si trovano intorno alla mezzeria degli assi e con un colore del puntino vicino al giallo.

Lascia un commento al post

nella pubblicazione del commento, la tua mail non sarà visualizzata


Informativa privacy

Informativa privacy
Il trattamento dei Suoi dati sarà effettuato mediante idonei strumenti cartacei, elettronici e/o telematici, in modo tale da garantirne la sicurezza e riservatezza e comunque in conformità al D.Lgs. del 30 giugno 2003 n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali) e successive modifiche.


* campi obbligatori

Coordinamento Editoriale

PPAN srl

comunicazione e networking per il costruito

Gli Autori del blog

Neri Lorenzetto Bologna

BIM Coordinator e MEP Specialist, 2Dto6D.com

Ingrid Paoletti

Professore Associato di Tecnologia dell’Architettura

Guzzetti Franco

Professore, Ingegnere - Comitato Tecnico Scientifico Digital&BIM

Nicola Moretti

Dottorando in Ingegneria dei Sistemi Edilizi al Politecnico di Milano

Giovanni Perego

Esperto di GIS e BIM

Matteo Simione

Architetto e BIM Manager, fondatore e amministratore di Bimon

Edoardo Accettulli

Cofondatore di Anafyo, responsabile tecnico per l'implementazione della tecnologia BIM

Stefano Rinaldi

Ingegnere, PhD, Ricercatore presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università degli Studi di Brescia

Giacomo Bergonzoni

Ingegnere e Bim Manager per Open Project, formatore per BIM Foundation

DATE E ORARI EDIZIONE 2017

Giovedì 19 ottobre: dalle ore 9.00 alle ore 19.00
Venerdì 20 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 18.30


INGRESSO

Aldo Moro

CONTATTI

DIGITAL&BIM Italia
Piazza Costituzione 6
40128 Bologna
info@digitalbimitalia.it

SHOW OFFICE

Luisa Bersanetti
Tel. +39 051 282218
Fax +39 051 6374013
luisa.bersanetti@bolognafiere.it

Claudia Bernardi
Tel. +39 051 282865
claudia.bernardi@bolognafiere.it