DATE E ORARI EDIZIONE 2017

Giovedì 19 ottobre: dalle ore 9.00 alle ore 19.00
Venerdì 20 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 18.30


INGRESSO

Aldo Moro

CONTATTI

DIGITAL&BIM Italia
Piazza Costituzione 6
40128 Bologna
info@digitalbimitalia.it

SHOW OFFICE

Luisa Bersanetti
Tel. +39 051 282218
Fax +39 051 6374013
luisa.bersanetti@bolognafiere.it

Claudia Bernardi
Tel. +39 051 282865
claudia.bernardi@bolognafiere.it

Digitalizzazione in costruzione

Il BIM per i costruttori? Il bilancio di CMB

Cinque anni di BIM, portando nell’impresa un approccio digitale per efficientare il processo del construction management. Carlo Alberto Bettini, Responsabile Progetti Speciali di CMB, traccia il suo bilancio ricordando che “l’impresa di Carpi aveva iniziato ad introdurre il Building Information Modelling con delle prove, senza una particolare applicazione produttiva. Ma già dal 2013 abbiamo agito con un approccio più strutturato, investendo su attrezzature, risorse umane e formazione, sempre impiegando progettisti esterni, ma coordinando in house il processo. Per step, il processo digitale è diventato il metodo di lavoro, e oggi CMB sta gestendo in BIM, tra altre opere, anche la costruzione della Torre Hadid e del podio commerciale di Citylife.

Per il progetto milanese, gli scopi e gli utilizzi del modello, le regole di suddivisione dei modelli e la modalità di collaborazione e condivisione, i ruoli sono stati definiti dal Bim Execution Plan “che è di fatto un piano di qualità mirato – spiega Bettini – e definisce le modalità di gestione dei diversi processi e dati”. Privilegiando un approccio BIM rispetto ad un metodo tradizionale, i dati sono coerenti, si produce con un alto grado di automazione e si evita l’oneroso controllo tra i vari elaborati: “Disegni, abachi, computi nascono dal Modello cosicché la coerenza è garantita. In questa “rivoluzione” – commenta Bettini – riteniamo che il committente giochi un ruolo fondamentale nella valorizzazione del progetto digitale, e che da parte dei progettisti e delle imprese sia necessario un cambio sia strumentale che, soprattutto, organizzativo”.

Con il BIM gli oggetti sono definiti da parametri e relazioni e, modificando un elemento, tutti gli oggetti correlati e i disegni verranno automaticamente modificati. “I tempi si riducono - commenta l’ingegnere – e migliora la qualità del progetto, anche se resta la criticità di una filiera ancora in fase di formazione dove spesso non tutti gli attori sono digitalmente evoluti”. 

L’esperienza di CMB dimostra che con il BIM è possibile ottimizzare sia la fase di progettazione che la fase di costruzione. “Il BIM consente di pensare dinamicamente” sottolinea Bettini che è anche nel Gruppo di Lavoro dell’UNI per la codificazione della norma specifica sulla digitalizzazione. Si individuano problemi e soluzioni in modo più agevole e, ancora, si riesce a gestire in modo più trasparente la relazione con la committenza, gestendo insieme anche gli imprevisti.

“La Construction Management Association of America ha stimato che in media il 30% del costo di realizzazione di un’opera sia dovuto a errori di progettazione, di coordinamento, per materiali mal impiegati e per produzione in cantiere. Per noi non è un dato realistico – chiarisce Bettini – ma si può certamente migliorare e il risparmio dei costi andrà ripartito nella filiera”.

La vera sfida per l’impresa di Carpi che oggi ha in cantiere grandi opere come la torre di Libeskind a Milano, la Tramvia di Firenze, l’ampliamento degli ospedali di Monza e Verona e la costruzione dell’Ospedale di Pordenone, lo stabilimento Lamborghini a Bologna, la nuova sede della Rinascente a Roma, resta il salto culturale. “Bisogna collaborare all’interno delle singole organizzazioni e lungo la filiera committente – progettista – impresa – fornitori – direzione lavori. Al contempo – aggiunge l’ingegnere di CMB – devono cambiare le regole del gioco: bandi mirati, regole chiare sull’uso dei modelli e ripartizione dei benefici economici”.

Lascia un commento al post

nella pubblicazione del commento, la tua mail non sarà visualizzata


Informativa privacy

Informativa privacy
Il trattamento dei Suoi dati sarà effettuato mediante idonei strumenti cartacei, elettronici e/o telematici, in modo tale da garantirne la sicurezza e riservatezza e comunque in conformità al D.Lgs. del 30 giugno 2003 n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali) e successive modifiche.


* campi obbligatori

Coordinamento Editoriale

PPAN srl

comunicazione e networking per il costruito

Gli Autori del blog

Massimiliano Manfren

Lecturer, Southampton University (UK)

Davide Simeone

DICEA, Sapienza Università di Roma

Barbara Angi

Ricercatrice ICAR/14 e Docente presso il Dipartimento DICATAM dell’Università degli Studi di Brescia.

Edoardo Accettulli

Cofondatore di Anafyo, responsabile tecnico per l'implementazione della tecnologia BIM

Marco Trani

Professore di Produzione Edilizia, Laboratorio Cantieri Edili e Civili, DABC, Politecnico di Milano

Claudio Vittori Antisari

BIM Manager Antonio Citterio Patricia Viel

Gexcel Geomatic & Excellence

Realizza software, hardware, consulenza e formazione per il settore della geomatica

Matteo Sarrocco

BIM Manager Parallel Digital

DATE E ORARI EDIZIONE 2017

Giovedì 19 ottobre: dalle ore 9.00 alle ore 19.00
Venerdì 20 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 18.30


INGRESSO

Aldo Moro

CONTATTI

DIGITAL&BIM Italia
Piazza Costituzione 6
40128 Bologna
info@digitalbimitalia.it

SHOW OFFICE

Luisa Bersanetti
Tel. +39 051 282218
Fax +39 051 6374013
luisa.bersanetti@bolognafiere.it

Claudia Bernardi
Tel. +39 051 282865
claudia.bernardi@bolognafiere.it