DATE E ORARI EDIZIONE 2017

Giovedì 19 ottobre: dalle ore 9.00 alle ore 19.00
Venerdì 20 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 18.30


INGRESSO

Aldo Moro

CONTATTI

DIGITAL&BIM Italia
Piazza Costituzione 6
40128 Bologna
info@digitalbimitalia.it

SHOW OFFICE

Luisa Bersanetti
Tel. +39 051 282218
Fax +39 051 6374013
luisa.bersanetti@bolognafiere.it

Claudia Bernardi
Tel. +39 051 282865
claudia.bernardi@bolognafiere.it

Digitalizzazione in costruzione

Il BIM in cantiere, i plus del Construction Site Information Modeling

Nell’ambito di un processo di progettazione integrata il coordinatore per la progettazione riveste un ruolo fondamentale, in quanto è il soggetto che, secondo la legge italiana, deve collaborare con tutti i progettisti affinché le scelte garantiscano l’eliminazione o la riduzione al minimo dei rischi di lavoro.
 
Tra gli ambiti disciplinari di un progetto ergotecnico, il cui risultato sarà il Piano di sicurezza e coordinamento troviamo la contestualizzazione del cantiere, che riveste un ruolo fondamentale nell’individuazione preliminare di criticità dovute al contesto in cui si inserisce l’opera da realizzare.
 
Anche nell’ambito della produzione di un piano di sicurezza e coordinamento il BIM costituisce uno strumento vantaggioso di raccolta dati relativi alla disciplina cantieristica, direttamente utilizzabili nella produzione dei documenti di progetto. Una parte del modello ergotecnico, il Construction Site Information Modeling (CoSIM) introdotto e perfezionato negli ultimi anni dal Laboratorio Cantieri Edili e Civili del Politecnico di Milano, sarà pertanto dedicata alle informazioni relative al contesto lavorativo con l’ottica di un più semplice aggiornamento e successiva reperibilità dei dati dai inserire all’interno del Piano di sicurezza e coordinamento.

Tali dati sono rivolti pertanto alla individuazione, identificazione e caratterizzazione ergotecnica dei vincoli di contesto che rappresentano criticità per l’intervento e che quindi possano incidere in maniera negativa sui tempi e i costi di realizzazione oltre che sulla sicurezza delle maestranze in cantiere.
 
Il cosiddetto CoSIM include pertanto la modellazione, opportunamente semplificata, dell’area di cantiere e del contesto all’interno del quale quest’area si inserisce. L’opportuna impostazione del modello BIM secondo criteri prestabiliti, tramite l’utilizzo di “template” progettuali o impostazioni predefinite, permette una semplice e veloce identificazione dei vincoli di contesto tramite l’inserimento di “tag” che identificano il tipo di vincolo da “affrontare” in fase esecutiva. L’apparato informativo a corredo degli oggetti rappresentanti i vincoli di contesto, di varia natura e quindi impatto sul cantiere, è pertanto la chiave di volta del metodo che permette poi una semplice esportazione dei dati all’interno del Piano di sicurezza e coordinamento per lo sviluppo “documentale” dell’analisi dei rischi dovuti al contesto.
 
Le informazioni relative ai vincoli, contenute nel CoSIM, rappresentano infatti compiutamente il vincolo stesso in quanto ne danno una caratterizzazione tipologica sia in termini di impatto sul cantiere sia dal punto degli eventi dannosi che possono incidere su di esso a causa della presenza del sito produttivo medesimo. Nel modello CoSIM è così possibile individuare con il dovuto anticipo la soluzione delle criticità ambientali incidenti sul procedimento, procedendo poi con la progettazione del cantiere.

Lascia un commento al post

nella pubblicazione del commento, la tua mail non sarà visualizzata


Informativa privacy

Informativa privacy
Il trattamento dei Suoi dati sarà effettuato mediante idonei strumenti cartacei, elettronici e/o telematici, in modo tale da garantirne la sicurezza e riservatezza e comunque in conformità al D.Lgs. del 30 giugno 2003 n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali) e successive modifiche.


* campi obbligatori

Coordinamento Editoriale

PPAN srl

comunicazione e networking per il costruito

Gli Autori del blog

Marco Bisin

Project & BIM Manager presso eFM s.p.a

Gexcel Geomatic & Excellence

Realizza software, hardware, consulenza e formazione per il settore della geomatica

Michele Carradori

Ricercatore presso BIS-lab®, Building Innovation and Skills-Lab, laboratorio di ricerca del Gruppo Contec

Francesco Ruperto

Architetto, esperto di BIM

Lavinia Chiara Tagliabue

PhD, Architetto, Green Associate

Chiara Rizzarda

Istruttore e project coordinator. Attualmente vice-BIM manager per Antonio Citterio e Patricia Viel.

Giuseppe Martino Di Giuda

Ricercatore e Docente presso Politecnico di Milano

Luca Serri

Cofondatore di ATIproject, responsabile tecnico progettazione esecutiva e dell’innovazione tecnologica

DATE E ORARI EDIZIONE 2017

Giovedì 19 ottobre: dalle ore 9.00 alle ore 19.00
Venerdì 20 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 18.30


INGRESSO

Aldo Moro

CONTATTI

DIGITAL&BIM Italia
Piazza Costituzione 6
40128 Bologna
info@digitalbimitalia.it

SHOW OFFICE

Luisa Bersanetti
Tel. +39 051 282218
Fax +39 051 6374013
luisa.bersanetti@bolognafiere.it

Claudia Bernardi
Tel. +39 051 282865
claudia.bernardi@bolognafiere.it