DATE E ORARI EDIZIONE 2017

Giovedì 19 ottobre: dalle ore 9.00 alle ore 19.00
Venerdì 20 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 18.30


INGRESSO

Aldo Moro

CONTATTI

DIGITAL&BIM Italia
Piazza Costituzione 6
40128 Bologna
info@digitalbimitalia.it

SHOW OFFICE

Luisa Bersanetti
Tel. +39 051 282218
Fax +39 051 6374013
luisa.bersanetti@bolognafiere.it

Claudia Bernardi
Tel. +39 051 282865
claudia.bernardi@bolognafiere.it

Digitalizzazione in costruzione

Autodesk sposa la grande architettura e sostiene l'openBIM

Il Building Information Modeling (BIM), che ha creato un nesso tra progettazione, costruzione e operatività, è scelto e utilizzato da governi e aziende del settore AEC (architecture, engineering and construction) di tutto il mondo per la sua capacità di ridurre costi e tempi del processo edilizio  e migliorarne la qualità. Molti governi hanno reso obbligatorio l’utilizzo del BIM nei progetti pubblici e anche l’Unione Europea ha raccomandato l’utilizzo del BIM nei progetti pubblici ai suoi Stati membri”. Emmanuel Di Giacomo, Autodesk EMEA BIM Ecosystem Business Development Manager spiega così il ruolo della piattaforma Autodesk Revit per il BIM, con la quale aziende private ed enti pubblici hanno potuto sviluppare progetti di qualsiasi dimensione.

La grande architettura sviluppata con Autodesk Revit. Dalla Shanghai Tower, firmata dall’azienda di progettazione e costruzione Gensler Architects "dove grazie al BIM - spiega Di Giacomo - si è assistito ad una riduzione del 32% nell’utilizzo dei materiali e non solo". Il palazzo NASA Ames Research Center nella Silicon Valley che con l’utilizzo del BIM ha superato la certificazione LEED Platinum. Molti anche i progetti dello studio Renzo Piano Building Workshop, tra i più recenti il nuovo Tribunale di Parigi. Oppure il progetto di Torre Triangle di Herzog & de Meuron sviluppata a sud di Parigi. Le soluzioni BIM di Autodesk sono protagoniste nella realizzazione di diversi aeroporti e tra questi ad esempio quello di Città del Messico, progetto firmato dall'archistar britannica Norman Foster (Fosters and Partners) e dal designer messicano Fernando Romero. Il matrimonio tra Autodesk e la grande architettura internazionale è ormai consolidato.

Focus sugli edifici ma anche su progetto di dimensione urbana e territoriale. “La maggior parte delle aziende utilizzano il BIM e Autodesk Revit nel più grande progetto infrastrutturale europeo, chiamato ‘Gran Paris’ e gestito dalla Société du Grand Paris (SGP), quarto nel mondo - spiegano da Autodesk - che prevede investimenti per 25 miliardi di euro in 15 anni con quasi 205 chilometri di linee ferroviarie e 68 stazioni nuove”.

Dall’osservatorio di Autodesk si evince che in Italia esistono molti ingegneri ed architetti preparati a pensare, progettare e costruire in BIM, grazie ad un sistema universitario di alto livello. Pur con l’eccellenza in termini di formazione e la fortuna di avere una normativa per il BIM legato alle opere pubbliche, non ci sono molti progetti BIM italiani. "Anche a livello internazionale - commenta Di Giacomo - le grandi firme si avvantaggiano delle competenze di numerosi professionisti italiani ma poche aziende italiane sono presenti nel mondo con progetti BIM. Ritengo che i fattori che hanno determinato questa situazione da una parte siano da attribuire al sistema politico che non ha magari spinto come in altri paesi, e dall’altra allo stato economico del mercato edilizio in Italia, oltre al fatto che grandi gruppi di costruzione o d’ingegneria non hanno giocato un ruolo chiave come negli altri paesi europei”.

La partnership tra progettisti, committenti e consulenti resta fondamentale per far crescere una cultura e sviluppare soluzioni innovative in modo sinergico. "I progettisti, gli ingegneri, soprattutto i nostri clienti di tutto il mondo rappresentano un elemento chiave nello sviluppo dei nostri prodotti, nella ricerca di soluzioni sempre più innovative e performanti in grado di ridurre i tempi e i costi del processo edilizio. Sono loro - commenta il tecnico - che conoscono le problematiche perché le vivono ogni giorno e si confrontano con noi per trovare le risposte migliori. Proprio per questo motivo organizziamo regolarmente meeting di esperti dove mostriamo i nostri prodotti in versione beta, verificando se stiamo percorrendo la giusta direzione".

Guardando al futuro, resta determinante il dialogo e la collaborazione. “Il mondo del software non è solo Autodesk - commenta Di Giacomo - perché ci sono prodotti BIM importanti nel processo ed emerge sempre più la necessità di comunicare in modo aperto, sostenere quello che viene definito openBIM. Per noi è quindi fondamentale ed importante essere coinvolti dalle organizzazioni internazionali che definiscono gli standard aperti a livello mondiale come buildingSMART".

Lascia un commento al post

nella pubblicazione del commento, la tua mail non sarà visualizzata


Informativa privacy

Informativa privacy
Il trattamento dei Suoi dati sarà effettuato mediante idonei strumenti cartacei, elettronici e/o telematici, in modo tale da garantirne la sicurezza e riservatezza e comunque in conformità al D.Lgs. del 30 giugno 2003 n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali) e successive modifiche.


* campi obbligatori

Coordinamento Editoriale

PPAN srl

comunicazione e networking per il costruito

Gli Autori del blog

Matteo Sarrocco

BIM Manager Parallel Digital

Edoardo Accettulli

Cofondatore di Anafyo, responsabile tecnico per l'implementazione della tecnologia BIM

Marzia Bolpagni

Ingegnere edile, dottoranda presso il Politecnico di Milano e vice editrice del BIM Dictionary

Giacomo Bergonzoni

Ingegnere e Bim Manager per Open Project, formatore per BIM Foundation

Giuseppe Martino Di Giuda

Ricercatore e Docente presso Politecnico di Milano

Massimiliano Manfren

Lecturer, Southampton University (UK)

Simone Pozzoli

Formatore presso il training center AM4 di Lecco, Autodesk Certified Instructor per Autodesk Revit

Carlo Zanchetta

Docente del corso di Produzione Edilizia presso l'Università degli Studi di Padova

Giuseppe Latour

Il Sole 24 Ore

DATE E ORARI EDIZIONE 2017

Giovedì 19 ottobre: dalle ore 9.00 alle ore 19.00
Venerdì 20 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 18.30


INGRESSO

Aldo Moro

CONTATTI

DIGITAL&BIM Italia
Piazza Costituzione 6
40128 Bologna
info@digitalbimitalia.it

SHOW OFFICE

Luisa Bersanetti
Tel. +39 051 282218
Fax +39 051 6374013
luisa.bersanetti@bolognafiere.it

Claudia Bernardi
Tel. +39 051 282865
claudia.bernardi@bolognafiere.it