DATE E ORARI EDIZIONE 2017

Giovedì 19 ottobre: dalle ore 9.00 alle ore 19.00
Venerdì 20 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 18.30


INGRESSO

Aldo Moro

CONTATTI

DIGITAL&BIM Italia
Piazza Costituzione 6
40128 Bologna
info@digitalbimitalia.it

SHOW OFFICE

Luisa Bersanetti
Tel. +39 051 282218
Fax +39 051 6374013
luisa.bersanetti@bolognafiere.it

Claudia Bernardi
Tel. +39 051 282865
claudia.bernardi@bolognafiere.it

Digitalizzazione in costruzione

Perchè il BIM ha a che fare con la sicurezza?

Il tema della sicurezza è tra quelli che richiama maggiore attenzione da parte degli operatori nel settore delle costruzioni. L’elevato numero di infortuni ha determinato l’evoluzione della normativa fino al Testo Unico (D.Lgs. 81/2008), dove si parla di valutazione del rischio, di programmazione e di costante miglioramento delle norme per minimizzare gli impatti. L’evoluzione della tecnologia e delle strumentazioni dedicate hanno tra l’altro affiancato e sostenuto questa cultura e consapevolezza.

La sicurezza è parte integrante dell’intero processo di progettazione e realizzazione di un’opera. Attraverso la collaborazione attiva tra le figure che ruotano attorno al processo, si possono isolare in anticipo le lavorazioni che presentano maggiore criticità.

Lo strumento principe per la programmazione della sicurezza è il cronoprogramma dei lavori, attraverso il quale sono deducibili una serie di informazioni come i tempi, e soprattutto la sovrapposizione delle fasi lavorative che ne determinano le interferenze di maggior rischio. Da qui il computo degli oneri della sicurezza.

Ma cosa dovrebbe contenere un modello  per la sicurezza? 
Il suo contenuto dipende dall’utilizzo che se ne fa e dal suo scopo finale. Un modello di base dovrebbe contenere le informazioni temporali legate ad un cronoprogramma. Il modello 4D può essere utilizzato per un'analisi automatica, in particolar modo rappresenterebbe la situazione di ogni specifica fase di cantiere. Non è necessaria una modellazione troppo rigorosa e pesante, le informazioni geometriche infatti servono di fatto per il controllo delle interferenze delle lavorazioni. Il livello di sviluppo degli elementi è ben descritto anche dalla UNI 11337-4 nella scala dei LOD per il cantiere, nella quale viene presa in esame la modellazione delle condizioni esistenti e del sito, delle attrezzature e degli apprestamenti di cantiere.

Le tecnologie BIM permettono inoltre una comunicazione semplificata, favorendo il flusso delle informazioni e superando i limiti della lingua che spesso esistono in cantieri internazionali. È possibile elaborare animazioni e/o video dello stato di avanzamento del cantiere, creare ambienti di realtà virtuale, permettendo quindi ai professionisti in campo di essere formati e informati al meglio su quali siano i percorsi sicuri, nonché le vie di fuga e i punti di raccolta, e le precauzioni specifiche al tipo di lavorazione che si appresteranno ad effettuare. Una presentazione visiva fornisce un gran supporto agli altri mezzi di comunicazione rinforzando il messaggio e facilitando la comprensione e la condivisione di informazioni aggiornate.

Qualsiasi programmazione necessita quindi di una perfetta conoscenza delle fasi lavorative. Il piano di sicurezza non può essere sostituito da un modello, ma quest’ultimo potrà certamente funzionare da database aggiornato e da strumento di controllo e pianificazione.

Commenti

Grazie, per il riassunto. Credo che solo grandi aziende di fatto, lo usino gia, e comunque sono sempre e solo spese dei coordinatori che per bonta` loro si autoaggiornano anche negli strumenti oltreche sulla normativa. Di richieste per cui anche di consapevolezza dai committenti ....qualche traccia ne avete?

Enrico Maria Rinaldi
www.emiliotoscana.com

Condivido e sottoscrivo il post, io ho adottato questo sistema dal 2009 nei miei piani di sicurezza, alcuni esempi li ho anche messi su youtube, ma fino ad oggi non ho visto una grande concorrenza sotto questo aspetto, mi auguro che questo metodo così come la progettazione BIM possano sostituire in fretta le attuali modalità di disegno e progettazione

Igor Paltrinieri
Geom Igor Paltrinieri

Lascia un commento al post

nella pubblicazione del commento, la tua mail non sarà visualizzata


Informativa privacy

Informativa privacy
Il trattamento dei Suoi dati sarà effettuato mediante idonei strumenti cartacei, elettronici e/o telematici, in modo tale da garantirne la sicurezza e riservatezza e comunque in conformità al D.Lgs. del 30 giugno 2003 n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali) e successive modifiche.


* campi obbligatori

DATE E ORARI EDIZIONE 2017

Giovedì 19 ottobre: dalle ore 9.00 alle ore 19.00
Venerdì 20 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 18.30


INGRESSO

Aldo Moro

CONTATTI

DIGITAL&BIM Italia
Piazza Costituzione 6
40128 Bologna
info@digitalbimitalia.it

SHOW OFFICE

Luisa Bersanetti
Tel. +39 051 282218
Fax +39 051 6374013
luisa.bersanetti@bolognafiere.it

Claudia Bernardi
Tel. +39 051 282865
claudia.bernardi@bolognafiere.it