DATE E ORARI EDIZIONE 2017

Giovedì 19 ottobre: dalle ore 9.00 alle ore 19.00
Venerdì 20 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 18.30


INGRESSO

Aldo Moro

CONTATTI

DIGITAL&BIM Italia
Piazza Costituzione 6
40128 Bologna
info@digitalbimitalia.it

SHOW OFFICE

Luisa Bersanetti
Tel. +39 051 282218
Fax +39 051 6374013
luisa.bersanetti@bolognafiere.it

Claudia Bernardi
Tel. +39 051 282865
claudia.bernardi@bolognafiere.it

Digitalizzazione in costruzione

Formazione BIM. Come scegliere il corso giusto?

Le competenze nell’era digitale sono un flusso in continuo movimento: è necessario mantenersi costantemente aggiornati e, per fortuna, sta fiorendo un ricco panorama di seminari, master e corsi dedicati agli aspetti digitali dei mestieri collegati all’industria delle costruzioni. Ma come distinguere le offerte di qualità, quelle rilevanti? Come formarsi sul BIM che serve davvero?

Quando si valuta un corso, il primo indicatore è il suo obiettivo. La semantica usata dai corsi universitari non è scelta a caso: principi, fondamenti, tecniche, sono parole ricorrenti che promettono un set preciso di skill. E se è possibile proporre un corso di Fondamenti di giardinaggio, trovo difficile credere a un master dal titolo "Diventa giardiniere in una settimana".

L’argomento proposto deve essere attuale e rilevante per la professione. In età matura si apre una nuova fase dell’apprendimento, durante la quale è necessario scindere tra ciò che si apprende per diletto personale (e che rientra nell’ambito degli hobby) e ciò che è in relazione alla crescita professionale. Una buona formazione professionale continua deve essere strutturata secondo obiettivi di crescita correlati al mercato.

Il formato del corso è importante e deve essere chiaramente espresso nel materiale informativo. Esistono fondamentalmente tre tipi di corso: la lezione frontale completamente teorica (Lecture), la dimostrazione pratica (Demo) e l’ applicazione (Action). Un’esperienza formativa completa presenta un bilanciamento di queste esperienze. È importante ricordare che l’apprendimento dell’adulto avviene nell’ultima fase, quella di applicazione pratica: se è proprio questa fase a mancare, si è in presenza di una conferenza e non di un momento formativo.

L’offerta formativa migliore è quella sartorialmente cucita sulle necessità della platea. Corsi che non esplicitano pre-requisiti di ingresso o che non richiedono informazioni agli iscritti forniranno necessariamente un materiale generico, la cui rilevanza sarà limitata.

L’ampiezza dell’argomento e l’ambizione del programma si pongono in strettissima relazione alla durata del corso: corsi di una settimana che affrontano argomenti molto ampi saranno necessariamente in grado di scalfirne appena la superficie. Molti argomenti, soprattutto quelli maggiormente applicativi, sono simili alla danza: a ogni ora di lezione deve corrispondere un numero pari o superiore di applicazione individuale. Un corso intensivo breve non lascia tempo né per l’applicazione né per maturare eventuali domande.

Ultimo, ma non ultimo, il nome del docente è indicato? Il personale approccio dell’istruttore ha un’influenza sul taglio del corso. Corsi che non esplicitano i nomi del corpo docente propongono un approccio generalistico, svalutato.

Ecco quindi la mia personale checklist per la valutazione di un corso. E voi quali indici utilizzate?

Per approfondimento:

Lascia un commento al post

nella pubblicazione del commento, la tua mail non sarà visualizzata


Informativa privacy

Informativa privacy
Il trattamento dei Suoi dati sarà effettuato mediante idonei strumenti cartacei, elettronici e/o telematici, in modo tale da garantirne la sicurezza e riservatezza e comunque in conformità al D.Lgs. del 30 giugno 2003 n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali) e successive modifiche.


* campi obbligatori

Coordinamento Editoriale

PPAN srl

comunicazione e networking per il costruito

Gli Autori del blog

Neri Lorenzetto Bologna

BIM Coordinator e MEP Specialist, 2Dto6D.com

Riccardo Pagani

Architetto, fondatore e Amministratore di React Studio

Giuseppe Martino Di Giuda

Ricercatore e Docente presso Politecnico di Milano

Barbara Angi

Ricercatrice ICAR/14 e Docente presso il Dipartimento DICATAM dell’Università degli Studi di Brescia.

Carlo Zanchetta

Docente del corso di Produzione Edilizia presso l'Università degli Studi di Padova

Angelo Luigi Camillo Ciribini

DICATAM, Università degli Studi di Brescia

Mario Claudio Dejaco

Politecnico di Milano

Francesco Ruperto

Architetto, esperto di BIM

Giovanni Perego

Esperto di GIS e BIM

Michele Carradori

Ricercatore presso BIS-lab®, Building Innovation and Skills-Lab, laboratorio di ricerca del Gruppo Contec

DATE E ORARI EDIZIONE 2017

Giovedì 19 ottobre: dalle ore 9.00 alle ore 19.00
Venerdì 20 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 18.30


INGRESSO

Aldo Moro

CONTATTI

DIGITAL&BIM Italia
Piazza Costituzione 6
40128 Bologna
info@digitalbimitalia.it

SHOW OFFICE

Luisa Bersanetti
Tel. +39 051 282218
Fax +39 051 6374013
luisa.bersanetti@bolognafiere.it

Claudia Bernardi
Tel. +39 051 282865
claudia.bernardi@bolognafiere.it