#digitalbim

ITA / ENG

Progettazione architettonica e strutturale di due nuovi ponti ciclo-pedonali sul Naviglio Grande a Milano

Piccoli progetti

LOMBARDINI 22

Progettazione architettonica e strutturale di due nuovi ponti ciclo-pedonali sul Naviglio Grande a Milano

Progettazione architettonica e strutturale di due nuovi ponti ciclo-pedonali sul Naviglio Grande a Milano

IL PROGETTO

Lombardini22 ha progettato due ponti sul Naviglio Grande dopo aver vinto il concorso nel 2012 indetto da Metropolitana Milanese per conto di EXPO 2015.

I ponti sono elaborati da Grasshopper e sono un esempio di progettazione avanzata tramite l'utilizzo di nuove tecnologie parametriche, che consentono il controllo e la generazione  di forme complesse  a seguito di regole geometriche e matematiche  definite nell'algoritmo.

Una forma complessa la cui sezione varia per tutta la lunghezza:  la planimetria è generata da due archi che si intersecano,  di cui si potevano modificare le dimensioni dei raggi. Le lamelle che appaiono identiche tra di loro in realtà assumono forme leggermente  diverse, per adattarsi all'andamento  sinuoso della piastra e della trave. Queste accortezze, hanno reso la forma del ponte elegante e sinuosa.

La volontà iniziale è stata quella di creare un oggetto riproducibile  e adattabile non solo ai due casi oggetto di intervento, ma in futuro, proponibile  anche in altre intersezioni.

L'algoritmo è stato utilizzato in ogni fase del progetto: concept, definitiva, esecutiva, permettendo di essere molto precisi e di poter lavorare contemporaneamente su due ponti.

Nelle fasi successive  all'aggiudicazione  del concorso si è passati ad una modellazione tramite Revit di elementi con geometrie semplici, senza doppie curvature, come ad eempio il nuovo marciapiede  compreso di lampioni della luce, la piastra elevatrice e le nuove ringhiere.

Per quanto riguarda le altri parti del ponte si è preferito procedere  in grasshopper per avere un controllo molto preciso sulle matematiche  della forma. Vi è stato quindi un processo di importazione graduale in Revit per la verifica generale e la produzione di disegni tecnici.

Il programma Rhinoceros ha permesso di lavorare sulla forma nella maniera più rapida. In seguito Revit ha consentito di confezionare l'oggetto rendendolo disponibile  alle altre figure del processo come gli strutturisti o l'impresa di costruzioni.

graduate cap Motivazione della giuria

Selezionato per l’utilizzo avanzato di nuove tecnologie parametriche per il controllo e la generazione di forme complesse.  

DATE E ORARI EDIZIONE 2017

Giovedì 19 ottobre: dalle ore 9.00 alle ore 19.00
Venerdì 20 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 18.30


INGRESSO

Aldo Moro

CONTATTI

DIGITAL&BIM Italia
Piazza Costituzione 6
40128 Bologna
info@digitalbimitalia.it

SHOW OFFICE

Luisa Bersanetti
Tel. +39 051 282218
Fax +39 051 6374013
luisa.bersanetti@bolognafiere.it

Claudia Bernardi
Tel. +39 051 282865
claudia.bernardi@bolognafiere.it